Studio Contabile Tributario Dott.Cozzani Alessandro

UNITA' LOCALE CAF servizi al cittadino assistenza fiscale - La Spezia - Sarzana - Carrara


 

 

 

STUDIO CONTABILE -  TRIBUTARIO

Dott. Cozzani Alessandro

"Tributarista Qualificato Lapet ai sensi della Legge n.4/2013"

 

UNITA' LOCALE CAF servizi al cittadino 

                               La Spezia - Sarzana

 

 

 

BLOG economia e finanza 

 

 

 

IMPOSTE TASSE E SANZIONI 


COSA E' DEDUCIBILE NELLA TUA AZIENDA IN BILANCIO
DEDUCIBILITA' e INDEDUCIBILITA' ai fini fiscali.


 





 



 

 

 

UN PO DI CHIARIMENTI SUL GRADO DI DEDUCIBILITA' DELLE IMPOSTE TASSE E SANZIONI IN BILANCIO

 

 

 

IVA

Come si ricava indirettamente dalla norma, l’Iva indetraibile è normalmente imputabile quale onere accessorio al costo cui si riferisce e sempre che ne sia stato effettuato il pagamento.

Esempio: acquisto e gestione di autovettura da concedere in uso promiscuo al dipendente con inserimento del fringe benefit in busta paga. In questo caso l’IVA indetraibile per l’azienda (60% dei costi di acquisto e gestione) è deducibile fiscalmente in quanto onere sopportato dalla società.

Interessi passivi per Iva trimestrale – le imprese che optano per il versamento dell’IVA trimestrale, devono versare una maggiorazione del 1% a titolo di interessi. Tali interessi non sono deducibili per espressa disposizione legislativa (art. 66 comma 11 DL 331/93).

Ravvedimento operoso– la sanzione non è mai deducibile, mentre lo sono gli interessi ai fini IRES/IRPEF.

IMPOSTA REGISTRO

È normalmente DEDUCIBILE ai sensi dell’art. 99 Tuir, sia ai fini IRES/IRPEF che ai fini IRAP. La spesa di registrazione di un contratto di locazione sostenuta in un’unica soluzione, è deducibile interamente nell’esercizio del pagamento. In taluni casi la spesa è da capitalizzare quando ha valenza pluriennale (es. acquisto di azienda), oppure viene imputata come onere accessorio al costo cui si riferisce (es. acquisto di terreno edificabile o fabbricato strumentale da privato).

Ravvedimento operoso– la sanzione non è mai deducibile, mentre lo sono gli interessi ai fini IRES/IRPEF. L’imposta ravveduta è deducibile se lo era anche in origine.

IMU

La deducibilità è possibile per l’Imu effettivamente pagata. DEDUCIBILE

 

e nella percentuale stabiulità dall'anno di imposta a cui si riferisce

 

Si precisa al proposito che l’Imu per l’immobile in leasing è pagata dal conduttore. La deducibilità è parziale:

.

L’IMU è indeducibile ai fini IRAP.

Ravvedimento operoso- la sanzione non è mai deducibile, mentre lo sono gli interessi ai fini IRES/IRPEF. L’imposta ravveduta è deducibile se lo era anche in origine.

 

 

IRAP

 

 

L’IRAP è generalmente indeducibile dalle imposte sui redditi, a parte le seguenti eccezioni:



 

La quota IRAP relativa alle spese per il personale dipendente ed assimilato al netto delle deduzioni spettanti è deducibile dall’Ires/Irpef . Trattasi sostanzialmente dell’IRAP che si genera per effetto dell’indeducibilità del costo del lavoro.DEDUCIBILE

L’IRAP dovuta sugli oneri finanziari netti è deducibile ai fini Ires/Irpef in misura forfettaria per il 10% di quanto pagato.DEDUCIBILE

 

Si precisa che la somma delle deduzioni non può eccedere il minore tra l’imposta pagata nell’esercizio e quella dovuta per l’esercizio stesso.

Ravvedimento operoso- vale quanto sopra.

 

 

 

 

 

Il diritto camerale, DEDUCIBILE

la tassa rifiuti, DEDUCIBILE

il canone di occupazione aree pubbliche,DEDUCIBILE

l’imposta di pubblicità,DEDUCIBILE

l’imposta di bollo,DEDUCIBILE

le tasse sulle concessioni governative.DEDUCIBILE

 

 

SONO INDEDUCIBILI:

 

 

Le imposte da condono,INDEDUCIBILI

le imposte sostitutive e da rivalutazione (a meno che le medesime norme istitutive non dispongano esplicitamente la loro deducibilità)INDEDUCIBILI

 sanzioni da ravvedimento operosoINDEDUCIBILI.

 

Non sono deducibili infine le imposte e le sanzioni che derivano da atti di accertamentoINDEDUCIBILI  e del contenzioso tributario

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COME APRRE UN AFFITTA CAMERE 

DIFFERENZE TRA PROFESSIONALE E NON PROFESSIONALE

 


nella scelta della tipologia di affitacamere bisogna innanzitutto capire se si vuole svolgere un0attività di tipo occasionale o non occasionale .

Lo studio Avendo analizzato differenti casi di clienti illustra le varie tipologie presenti sul mercato:


qui di seguito in base alla normativa attuale le due tipologie presenti:

 

 

AFFITTA CAMERE NON PROFESSIONALE

- concessione in affitto delle stanza per un periodo annuale inferiore a 30 gg
- normalmente concessione in uso dell'appartamento dove si ha residenza o domicilio fiscale.
- non si richiede apertura p.iva
- è richiesto obbligatoriamente la Pratica "SCIA" di inizio attività da presentare in comune.
- emissione di ricevute non fiscali ( per individuazione dei ricavi da inserire in dichiarazione ) tassazione Irpef a scaglioni

 

essendo contratti di locazione inferiori a 30 gg non è richiesto contratto di locazione

 

AFFITTA CAMERE PROFESSIONALE

 


- concessione in affitto di stanze per un periodo maggiore di 30 gg.. ( es il caso di concessione affittacamere a studenti per tutto l'arco dell'anno)
- richiesta apertura p.iva, deposito in CCIAA
- è richiesto obbligatoriamente la Pratica "SCIA" di inizio attività da presentare in comune.
- gestione contabilità in quanto azienda 
- emissione di fatture 
La scelta della tipologia di affittacamere dipende quindi dai giorni che si vuole affittare all'anno una struttura 
 

 

 

 

essendo contratti di locazione isuperiori a 30 gg  è richiesto contratto di locazione e registrazione con il nuovo modello R.L.I.

 

 

 

 

ADEMPIMENTI RICHIESTI PER APRIRE L'ATTIVITA'



 

tra i docuementi richiesti ricordiamo :

-atto di acquiso dell'immobile di proprietà

-visure catastali

-planimetria abitazione

-polizza assicurazione di responsabilità civile a favore degli inqulini che vi alloggiano

 



X INFO CONTATTI

 

Dott. Alessandro Cozzani
cozzani.alessandro@yahoo.it

 

Tributarista Dott.Alessandro Cozzani

"Tributarista Qualificato Lapet ai sensi della Legge n.4/2013"

 

www.iltributaristalapet.it

 


 

 

2018

      PACCHETTO FAMIGLIA  -BONUS BEBE' 2018 - BONUS ASILO NILO -VOUCHER BABY SITTER

 

  "pacchetto famiglia" stanziato dall'ultima legge di bilancio.

Previsto  è previsto "uno stanziamento di 600 milioni di euro per il 2017 e di 700 milioni a partire dal 2018", come ha ricordato in una nota il ministro agli Affari Regionali Enrico Costa. Tante le misure che entreranno in vigore a partire da domani, scrive Studio Cataldi, dal premio alla nascita Mamma Domani, al "Buono Nido", passando per il "Buono Bebè" e il "Voucher Babysitter".

 

________________________________IN SINTESI  LE PRINCIPALI RIFORME SULLA FAMIGLIA 2017

 

  • "BONUS BEBE' 2018"

 

 

Il premio alla nascita "Mamma Domani", ossia l'assegno di 800 euro sarà destinato soprattutto "alle prime spese che, perciò, potrà essere richiesto già a partire dal settimo mese di gravidanza".

 

L'INPS COMUNICHERA' LE MODALITA' PER OTTENERLO

 

-800,00 euro

- DAL 7° MESE DI GRAVIDANZA

-RIGUARDA TUTTE LE FAMIGLIE SENZA LIMITI DI REDDITO

-non si hanno limitazioni di reddito

 

 

 

 

 

 

  • "BONUS PER ASILO NIDO"

 

il "Buono Nido", "un contributo per il pagamento delle rette dei nidi pubblici e privati - fino a un massimo di 1.000 euro annui

 

-1000,00 euro

-L'INPS VERSERA' TALE IMPORTO DOPO ENTRO POCHE SETIMANE

-RIGUARDA TUTTE LE FAMIGLIE SENZA LIMITI DI REDDITO

-VI BENEFICIANO I NATI DOPO IL PRIMO GENNAIO 2016

-MAX TRE ANNI

 

  •             "BONUS BEBE' GIA ESISTENTE"

 

Le nuove misure si affiancheranno al 'Bonus Bebè' già esistente, ossia l'assegno mensile di 80 euro

 

-80,00

-REQUISITO ISE INFERIORE A L 25,000 (raddoppiato, se l'Isee è al di sotto della soglia di 7mila)

 

 

 

 

 

  •                  "VOUCHER BABYSITTER "

 

Con la manovra, sono state aumentate anche le risorse per il 'Voucher Babysitter', alternativo al congedo parentale. Nello specifico, raddoppiate quelle per le lavoratrici dipendenti (da 20 a 40 milioni di euro) e portate da 2 a 10 milioni quelle per le lavoratrici autonome.

 

 

  •                "Fondo Credito Nuovi Nati"

 

 

 

 

 

misura che diventerà operativa però entro la fine di marzo è infine il 'Fondo Credito Nuovi Nati'.

 

-GARANTIRà PICCOLI PRESTITI ALLE FAMIGLIE

-2 ANNI DI SOSTENGNO ALLE FAMIGLIE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti
Più

 

 

 

STUDIO CONTABILE -  TRIBUTARIO

Dott. Cozzani Alessandro

"Tributarista Qualificato Lapet ai sensi della Legge n.4/2013"

 

UNITA' LOCALE CAF servizi al cittadino 

                               La Spezia - Sarzana

 

 

 

BLOG economia e finanza 

 

 

 

IMPOSTE TASSE E SANZIONI 


COSA E' DEDUCIBILE NELLA TUA AZIENDA IN BILANCIO
DEDUCIBILITA' e INDEDUCIBILITA' ai fini fiscali.


 





 



 

 

 

UN PO DI CHIARIMENTI SUL GRADO DI DEDUCIBILITA' DELLE IMPOSTE TASSE E SANZIONI IN BILANCIO

 

 

 

IVA

Come si ricava indirettamente dalla norma, l’Iva indetraibile è normalmente imputabile quale onere accessorio al costo cui si riferisce e sempre che ne sia stato effettuato il pagamento.

Esempio: acquisto e gestione di autovettura da concedere in uso promiscuo al dipendente con inserimento del fringe benefit in busta paga. In questo caso l’IVA indetraibile per l’azienda (60% dei costi di acquisto e gestione) è deducibile fiscalmente in quanto onere sopportato dalla società.

Interessi passivi per Iva trimestrale – le imprese che optano per il versamento dell’IVA trimestrale, devono versare una maggiorazione del 1% a titolo di interessi. Tali interessi non sono deducibili per espressa disposizione legislativa (art. 66 comma 11 DL 331/93).

Ravvedimento operoso– la sanzione non è mai deducibile, mentre lo sono gli interessi ai fini IRES/IRPEF.

IMPOSTA REGISTRO

È normalmente DEDUCIBILE ai sensi dell’art. 99 Tuir, sia ai fini IRES/IRPEF che ai fini IRAP. La spesa di registrazione di un contratto di locazione sostenuta in un’unica soluzione, è deducibile interamente nell’esercizio del pagamento. In taluni casi la spesa è da capitalizzare quando ha valenza pluriennale (es. acquisto di azienda), oppure viene imputata come onere accessorio al costo cui si riferisce (es. acquisto di terreno edificabile o fabbricato strumentale da privato).

Ravvedimento operoso– la sanzione non è mai deducibile, mentre lo sono gli interessi ai fini IRES/IRPEF. L’imposta ravveduta è deducibile se lo era anche in origine.

IMU

La deducibilità è possibile per l’Imu effettivamente pagata. DEDUCIBILE

 

e nella percentuale stabiulità dall'anno di imposta a cui si riferisce

 

Si precisa al proposito che l’Imu per l’immobile in leasing è pagata dal conduttore. La deducibilità è parziale:

.

L’IMU è indeducibile ai fini IRAP.

Ravvedimento operoso- la sanzione non è mai deducibile, mentre lo sono gli interessi ai fini IRES/IRPEF. L’imposta ravveduta è deducibile se lo era anche in origine.

 

 

IRAP

 

 

L’IRAP è generalmente indeducibile dalle imposte sui redditi, a parte le seguenti eccezioni:



 

La quota IRAP relativa alle spese per il personale dipendente ed assimilato al netto delle deduzioni spettanti è deducibile dall’Ires/Irpef . Trattasi sostanzialmente dell’IRAP che si genera per effetto dell’indeducibilità del costo del lavoro.DEDUCIBILE

L’IRAP dovuta sugli oneri finanziari netti è deducibile ai fini Ires/Irpef in misura forfettaria per il 10% di quanto pagato.DEDUCIBILE

 

Si precisa che la somma delle deduzioni non può eccedere il minore tra l’imposta pagata nell’esercizio e quella dovuta per l’esercizio stesso.

Ravvedimento operoso- vale quanto sopra.

 

 

 

 

 

Il diritto camerale, DEDUCIBILE

la tassa rifiuti, DEDUCIBILE

il canone di occupazione aree pubbliche,DEDUCIBILE

l’imposta di pubblicità,DEDUCIBILE

l’imposta di bollo,DEDUCIBILE

le tasse sulle concessioni governative.DEDUCIBILE

 

 

SONO INDEDUCIBILI:

 

 

Le imposte da condono,INDEDUCIBILI

le imposte sostitutive e da rivalutazione (a meno che le medesime norme istitutive non dispongano esplicitamente la loro deducibilità)INDEDUCIBILI

 sanzioni da ravvedimento operosoINDEDUCIBILI.

 

Non sono deducibili infine le imposte e le sanzioni che derivano da atti di accertamentoINDEDUCIBILI  e del contenzioso tributario

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COME APRRE UN AFFITTA CAMERE 

DIFFERENZE TRA PROFESSIONALE E NON PROFESSIONALE

 


nella scelta della tipologia di affitacamere bisogna innanzitutto capire se si vuole svolgere un0attività di tipo occasionale o non occasionale .

Lo studio Avendo analizzato differenti casi di clienti illustra le varie tipologie presenti sul mercato:


qui di seguito in base alla normativa attuale le due tipologie presenti:

 

 

AFFITTA CAMERE NON PROFESSIONALE

- concessione in affitto delle stanza per un periodo annuale inferiore a 30 gg
- normalmente concessione in uso dell'appartamento dove si ha residenza o domicilio fiscale.
- non si richiede apertura p.iva
- è richiesto obbligatoriamente la Pratica "SCIA" di inizio attività da presentare in comune.
- emissione di ricevute non fiscali ( per individuazione dei ricavi da inserire in dichiarazione ) tassazione Irpef a scaglioni

 

essendo contratti di locazione inferiori a 30 gg non è richiesto contratto di locazione

 

AFFITTA CAMERE PROFESSIONALE

 


- concessione in affitto di stanze per un periodo maggiore di 30 gg.. ( es il caso di concessione affittacamere a studenti per tutto l'arco dell'anno)
- richiesta apertura p.iva, deposito in CCIAA
- è richiesto obbligatoriamente la Pratica "SCIA" di inizio attività da presentare in comune.
- gestione contabilità in quanto azienda 
- emissione di fatture 
La scelta della tipologia di affittacamere dipende quindi dai giorni che si vuole affittare all'anno una struttura 
 

 

 

 

essendo contratti di locazione isuperiori a 30 gg  è richiesto contratto di locazione e registrazione con il nuovo modello R.L.I.

 

 

 

 

ADEMPIMENTI RICHIESTI PER APRIRE L'ATTIVITA'



 

tra i docuementi richiesti ricordiamo :

-atto di acquiso dell'immobile di proprietà

-visure catastali

-planimetria abitazione

-polizza assicurazione di responsabilità civile a favore degli inqulini che vi alloggiano

 



X INFO CONTATTI

 

Dott. Alessandro Cozzani
cozzani.alessandro@yahoo.it

 

Tributarista Dott.Alessandro Cozzani

"Tributarista Qualificato Lapet ai sensi della Legge n.4/2013"

 

www.iltributaristalapet.it

 


 

 

2018

      PACCHETTO FAMIGLIA  -BONUS BEBE' 2018 - BONUS ASILO NILO -VOUCHER BABY SITTER

 

  "pacchetto famiglia" stanziato dall'ultima legge di bilancio.

Previsto  è previsto "uno stanziamento di 600 milioni di euro per il 2017 e di 700 milioni a partire dal 2018", come ha ricordato in una nota il ministro agli Affari Regionali Enrico Costa. Tante le misure che entreranno in vigore a partire da domani, scrive Studio Cataldi, dal premio alla nascita Mamma Domani, al "Buono Nido", passando per il "Buono Bebè" e il "Voucher Babysitter".

 

________________________________IN SINTESI  LE PRINCIPALI RIFORME SULLA FAMIGLIA 2017

 

  • "BONUS BEBE' 2018"

 

 

Il premio alla nascita "Mamma Domani", ossia l'assegno di 800 euro sarà destinato soprattutto "alle prime spese che, perciò, potrà essere richiesto già a partire dal settimo mese di gravidanza".

 

L'INPS COMUNICHERA' LE MODALITA' PER OTTENERLO

 

-800,00 euro

- DAL 7° MESE DI GRAVIDANZA

-RIGUARDA TUTTE LE FAMIGLIE SENZA LIMITI DI REDDITO

-non si hanno limitazioni di reddito

 

 

 

 

 

 

  • "BONUS PER ASILO NIDO"

 

il "Buono Nido", "un contributo per il pagamento delle rette dei nidi pubblici e privati - fino a un massimo di 1.000 euro annui

 

-1000,00 euro

-L'INPS VERSERA' TALE IMPORTO DOPO ENTRO POCHE SETIMANE

-RIGUARDA TUTTE LE FAMIGLIE SENZA LIMITI DI REDDITO

-VI BENEFICIANO I NATI DOPO IL PRIMO GENNAIO 2016

-MAX TRE ANNI

 

  •             "BONUS BEBE' GIA ESISTENTE"

 

Le nuove misure si affiancheranno al 'Bonus Bebè' già esistente, ossia l'assegno mensile di 80 euro

 

-80,00

-REQUISITO ISE INFERIORE A L 25,000 (raddoppiato, se l'Isee è al di sotto della soglia di 7mila)

 

 

 

 

 

  •                  "VOUCHER BABYSITTER "

 

Con la manovra, sono state aumentate anche le risorse per il 'Voucher Babysitter', alternativo al congedo parentale. Nello specifico, raddoppiate quelle per le lavoratrici dipendenti (da 20 a 40 milioni di euro) e portate da 2 a 10 milioni quelle per le lavoratrici autonome.

 

 

  •                "Fondo Credito Nuovi Nati"

 

 

 

 

 

misura che diventerà operativa però entro la fine di marzo è infine il 'Fondo Credito Nuovi Nati'.

 

-GARANTIRà PICCOLI PRESTITI ALLE FAMIGLIE

-2 ANNI DI SOSTENGNO ALLE FAMIGLIE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti
Più

 

 

 

STUDIO CONTABILE -  TRIBUTARIO

Dott. Cozzani Alessandro

"Tributarista Qualificato Lapet ai sensi della Legge n.4/2013"

 

UNITA' LOCALE CAF servizi al cittadino 

                               La Spezia - Sarzana

 

 

 

BLOG economia e finanza 

 

 

 

IMPOSTE TASSE E SANZIONI 


COSA E' DEDUCIBILE NELLA TUA AZIENDA IN BILANCIO
DEDUCIBILITA' e INDEDUCIBILITA' ai fini fiscali.


 





 



 

 

 

UN PO DI CHIARIMENTI SUL GRADO DI DEDUCIBILITA' DELLE IMPOSTE TASSE E SANZIONI IN BILANCIO

 

 

 

IVA

Come si ricava indirettamente dalla norma, l’Iva indetraibile è normalmente imputabile quale onere accessorio al costo cui si riferisce e sempre che ne sia stato effettuato il pagamento.

Esempio: acquisto e gestione di autovettura da concedere in uso promiscuo al dipendente con inserimento del fringe benefit in busta paga. In questo caso l’IVA indetraibile per l’azienda (60% dei costi di acquisto e gestione) è deducibile fiscalmente in quanto onere sopportato dalla società.

Interessi passivi per Iva trimestrale – le imprese che optano per il versamento dell’IVA trimestrale, devono versare una maggiorazione del 1% a titolo di interessi. Tali interessi non sono deducibili per espressa disposizione legislativa (art. 66 comma 11 DL 331/93).

Ravvedimento operoso– la sanzione non è mai deducibile, mentre lo sono gli interessi ai fini IRES/IRPEF.

IMPOSTA REGISTRO

È normalmente DEDUCIBILE ai sensi dell’art. 99 Tuir, sia ai fini IRES/IRPEF che ai fini IRAP. La spesa di registrazione di un contratto di locazione sostenuta in un’unica soluzione, è deducibile interamente nell’esercizio del pagamento. In taluni casi la spesa è da capitalizzare quando ha valenza pluriennale (es. acquisto di azienda), oppure viene imputata come onere accessorio al costo cui si riferisce (es. acquisto di terreno edificabile o fabbricato strumentale da privato).

Ravvedimento operoso– la sanzione non è mai deducibile, mentre lo sono gli interessi ai fini IRES/IRPEF. L’imposta ravveduta è deducibile se lo era anche in origine.

IMU

La deducibilità è possibile per l’Imu effettivamente pagata. DEDUCIBILE

 

e nella percentuale stabiulità dall'anno di imposta a cui si riferisce

 

Si precisa al proposito che l’Imu per l’immobile in leasing è pagata dal conduttore. La deducibilità è parziale:

.

L’IMU è indeducibile ai fini IRAP.

Ravvedimento operoso- la sanzione non è mai deducibile, mentre lo sono gli interessi ai fini IRES/IRPEF. L’imposta ravveduta è deducibile se lo era anche in origine.

 

 

IRAP

 

 

L’IRAP è generalmente indeducibile dalle imposte sui redditi, a parte le seguenti eccezioni:



 

La quota IRAP relativa alle spese per il personale dipendente ed assimilato al netto delle deduzioni spettanti è deducibile dall’Ires/Irpef . Trattasi sostanzialmente dell’IRAP che si genera per effetto dell’indeducibilità del costo del lavoro.DEDUCIBILE

L’IRAP dovuta sugli oneri finanziari netti è deducibile ai fini Ires/Irpef in misura forfettaria per il 10% di quanto pagato.DEDUCIBILE

 

Si precisa che la somma delle deduzioni non può eccedere il minore tra l’imposta pagata nell’esercizio e quella dovuta per l’esercizio stesso.

Ravvedimento operoso- vale quanto sopra.

 

 

 

 

 

Il diritto camerale, DEDUCIBILE

la tassa rifiuti, DEDUCIBILE

il canone di occupazione aree pubbliche,DEDUCIBILE

l’imposta di pubblicità,DEDUCIBILE

l’imposta di bollo,DEDUCIBILE

le tasse sulle concessioni governative.DEDUCIBILE

 

 

SONO INDEDUCIBILI:

 

 

Le imposte da condono,INDEDUCIBILI

le imposte sostitutive e da rivalutazione (a meno che le medesime norme istitutive non dispongano esplicitamente la loro deducibilità)INDEDUCIBILI

 sanzioni da ravvedimento operosoINDEDUCIBILI.

 

Non sono deducibili infine le imposte e le sanzioni che derivano da atti di accertamentoINDEDUCIBILI  e del contenzioso tributario

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COME APRRE UN AFFITTA CAMERE 

DIFFERENZE TRA PROFESSIONALE E NON PROFESSIONALE

 


nella scelta della tipologia di affitacamere bisogna innanzitutto capire se si vuole svolgere un0attività di tipo occasionale o non occasionale .

Lo studio Avendo analizzato differenti casi di clienti illustra le varie tipologie presenti sul mercato:


qui di seguito in base alla normativa attuale le due tipologie presenti:

 

 

AFFITTA CAMERE NON PROFESSIONALE

- concessione in affitto delle stanza per un periodo annuale inferiore a 30 gg
- normalmente concessione in uso dell'appartamento dove si ha residenza o domicilio fiscale.
- non si richiede apertura p.iva
- è richiesto obbligatoriamente la Pratica "SCIA" di inizio attività da presentare in comune.
- emissione di ricevute non fiscali ( per individuazione dei ricavi da inserire in dichiarazione ) tassazione Irpef a scaglioni

 

essendo contratti di locazione inferiori a 30 gg non è richiesto contratto di locazione

 

AFFITTA CAMERE PROFESSIONALE

 


- concessione in affitto di stanze per un periodo maggiore di 30 gg.. ( es il caso di concessione affittacamere a studenti per tutto l'arco dell'anno)
- richiesta apertura p.iva, deposito in CCIAA
- è richiesto obbligatoriamente la Pratica "SCIA" di inizio attività da presentare in comune.
- gestione contabilità in quanto azienda 
- emissione di fatture 
La scelta della tipologia di affittacamere dipende quindi dai giorni che si vuole affittare all'anno una struttura 
 

 

 

 

essendo contratti di locazione isuperiori a 30 gg  è richiesto contratto di locazione e registrazione con il nuovo modello R.L.I.

 

 

 

 

ADEMPIMENTI RICHIESTI PER APRIRE L'ATTIVITA'



 

tra i docuementi richiesti ricordiamo :

-atto di acquiso dell'immobile di proprietà

-visure catastali

-planimetria abitazione

-polizza assicurazione di responsabilità civile a favore degli inqulini che vi alloggiano

 



X INFO CONTATTI

 

Dott. Alessandro Cozzani
cozzani.alessandro@yahoo.it

 

Tributarista Dott.Alessandro Cozzani

"Tributarista Qualificato Lapet ai sensi della Legge n.4/2013"

 

www.iltributaristalapet.it

 


 

 

2018

      PACCHETTO FAMIGLIA  -BONUS BEBE' 2018 - BONUS ASILO NILO -VOUCHER BABY SITTER

 

  "pacchetto famiglia" stanziato dall'ultima legge di bilancio.

Previsto  è previsto "uno stanziamento di 600 milioni di euro per il 2017 e di 700 milioni a partire dal 2018", come ha ricordato in una nota il ministro agli Affari Regionali Enrico Costa. Tante le misure che entreranno in vigore a partire da domani, scrive Studio Cataldi, dal premio alla nascita Mamma Domani, al "Buono Nido", passando per il "Buono Bebè" e il "Voucher Babysitter".

 

________________________________IN SINTESI  LE PRINCIPALI RIFORME SULLA FAMIGLIA 2017

 

  • "BONUS BEBE' 2018"

 

 

Il premio alla nascita "Mamma Domani", ossia l'assegno di 800 euro sarà destinato soprattutto "alle prime spese che, perciò, potrà essere richiesto già a partire dal settimo mese di gravidanza".

 

L'INPS COMUNICHERA' LE MODALITA' PER OTTENERLO

 

-800,00 euro

- DAL 7° MESE DI GRAVIDANZA

-RIGUARDA TUTTE LE FAMIGLIE SENZA LIMITI DI REDDITO

-non si hanno limitazioni di reddito

 

 

 

 

 

 

  • "BONUS PER ASILO NIDO"

 

il "Buono Nido", "un contributo per il pagamento delle rette dei nidi pubblici e privati - fino a un massimo di 1.000 euro annui

 

-1000,00 euro

-L'INPS VERSERA' TALE IMPORTO DOPO ENTRO POCHE SETIMANE

-RIGUARDA TUTTE LE FAMIGLIE SENZA LIMITI DI REDDITO

-VI BENEFICIANO I NATI DOPO IL PRIMO GENNAIO 2016

-MAX TRE ANNI

 

  •             "BONUS BEBE' GIA ESISTENTE"

 

Le nuove misure si affiancheranno al 'Bonus Bebè' già esistente, ossia l'assegno mensile di 80 euro

 

-80,00

-REQUISITO ISE INFERIORE A L 25,000 (raddoppiato, se l'Isee è al di sotto della soglia di 7mila)

 

 

 

 

 

  •                  "VOUCHER BABYSITTER "

 

Con la manovra, sono state aumentate anche le risorse per il 'Voucher Babysitter', alternativo al congedo parentale. Nello specifico, raddoppiate quelle per le lavoratrici dipendenti (da 20 a 40 milioni di euro) e portate da 2 a 10 milioni quelle per le lavoratrici autonome.

 

 

  •                "Fondo Credito Nuovi Nati"

 

 

 

 

 

misura che diventerà operativa però entro la fine di marzo è infine il 'Fondo Credito Nuovi Nati'.

 

-GARANTIRà PICCOLI PRESTITI ALLE FAMIGLIE

-2 ANNI DI SOSTENGNO ALLE FAMIGLIE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti
Più
http://www.beepworld.it/dereferer.html?url=http%3A%2F%2Fdevelopers.facebook.com%2Fdocs%2Freference%2Fplugins%2Flike%2F

 

 

Nuovo messaggio:
Nome:
e-Mail:
Home page:
Anti Spam:
  Inserisci nel campo
Messaggio:
Smileys: ::) :) ;) :D ?:( :( :o :8 :P :[ :X :* :-/
BB-Code: grassettocorsivosottolineato
Informazione sulla privacy Guestbook
Con ogni inserimento di una entrata o di un commento saranno salvate rilevanti dati come le azioni compiute, (possibilmente) nome da iscritto, data/ora e Indirizzo IP. Ciò serve per la sicurezza. Nel caso in cui il tuo testo violasse la legge in vigore Beepworld deve avere la possibilità di poter individuare l'identità di chi scrive. Spuntando la casella e usando il modello dichiari il tuo consenso.

1
(1 Tutti Messaggi)

#1   Anonym09.01.2017 - 16:18
buon giorno vorrei alcune inso sui costi gestione contabilità nel regime dei minimi se possibile aprire presso si voi partita iva . e info sul bonus bebe 2017 grazie alessio
Commento:
certamente possiamo aprirle p.iva in qualsiasi momento e gestirle la contabilità annua.
per informazioni dettagliate scriva a : cozzani.alessandro@yahoo.it oppure chiami il numero diretto 3470837487 per un appuntamento o un colloquio telefonico infomativo

1
(1 Tutti Messaggi)

 

AREA

RASSEGNA STAMPA

 

LE PRINCIPALI NEWS IN TEMPO REALE

I PRINCIPALI QUOTIDIANI ECONOMICI E NON

 

STUDIO CONTABILE TRIBUTARIO DOTT. COZZANI 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

STUDIO CONTABILE -  TRIBUTARIO

Dott. Cozzani Alessandro

"Tributarista Qualificato Lapet ai sensi della Legge n.4/2013"

 

UNITA' LOCALE CAF servizi al cittadino 

                               La Spezia - Sarzana

 

 

 

 

 

 

 

 

La Spezia (SP) - Sarzana (sp)

sede legale  La Spezia : Via Vittorio veneto n. 126

19124 LA SPEZIA (sp)

tell +39 340837487

cozzani.alessandro@yahoo.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!